Torre di Osaka, la Tsutenkaku

di
Torre di Osaka, la Tsutenkaku

Torre di Osaka, la Tsutenkaku

Sfavillio di luci verticali, la torre di Osaka si alza nel cielo della città giapponese: 103 metri che ne delimitano l’altezza e tratteggiano il cielo dove l’edificio di proprietà della Tsūtenkaku Kanko Ltd è attrazione e simbolo del centro nipponico.

La struttura è stata costruita nel distretto Shinsekai di Naniwa-ku, Ebisu Higashi 1-18-6. Ed è la seconda del genere a occupare lo stesso luogo. Infatti, la prima, realizzata nel 1912 sul modello della torre Eiffel, subì un incendio nel 1943. Così si decise di smontarla e l’acciaio venne usato per la guerra.

A conflitto terminato, molti cittadini – orfani del loro edificio più amato – si riunirono e fondarono la società privata Tsūtenkaku Kanko Co. Ltd per poter così ricostruire la torre di Osaka.

I responsabili della neo società affidarono l’incarico a Tachū Naitō (1886-1970). L’architetto, considerato il “Padre delle Torri” in Giappone, la progettò con foggia ottagonale e la consegnò nel 1956 quando venne inaugurata.

La torre di Osaka, nota anche come Torre che tocca il cielo, ha un piano panoramico alto 91 metri. Lì c’è esposta la statuetta in legno di Billiken, il dio della felicità o “delle cose così come dovrebbero essere”.

La scultura ha una storia curiosa: realizzata dall’americana Florence Pretz, insegnante d’arte e illustratrice, fu portata in Giappone nel 1910 e, almeno all’inizio, trovò posto nel vicino Parco Divertimenti di Osaka.

Quando la struttura chiuse nel 1923, la statuetta andò perduta. Considerata importante e di buon augurio per la costruzione della nuova torre di Osaka, ne venne creata una coppia da una vecchia fotografia.

Così, dal 1979 occupa un posto speciale nel piano panoramico: e i turisti che ogni anno salgono numerosi mettono monetine nella sua cassetta per le offerte e sfregano le piante dei suoi piedi affinché realizzi ogni loro desiderio.

Poi guardano fuori e vedono la città giapponese dal suo edificio simbolo, sfavillio di luci verticali che fanno della torre di Osaka una meraviglia da ammirare dentro e fuori dove balugina la scritta Hitachi – sponsor principale della struttura dal 1957.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Torre di Osaka, la Tsutenkaku"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...